Pnrr, nella nostra provincia sono arrivati 30 milioni

Beneficiari 6 Comuni: Reggio Emilia, Correggio, Quattro Castella, San Polo D’Enza, Scandiano e Toano

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Quasi trenta milioni di euro dal Pnrr alla nostra provincia. Il dato emerge dal tavolo istituito alla prefettura di Reggio Emilia di coordinamento per il monitoraggio sull’attuazione degli investimenti del Pnrr sulla “Costruzione di nuove scuole mediante sostituzione di edifici”.

A livello nazionale, risultano beneficiari dell’investimento 189 comuni e 27 province e città metropolitane, per un valore complessivo di un miliardo e 185 milioni di euro. In particolare, l’investimento totale per la provincia di Reggio Emilia ammonta ad euro 29.022.700,00 euro e vede quali beneficiari 6 Comuni: Reggio Emilia, Correggio, Quattro Castella, San Polo D’Enza, Scandiano e Toano.

Correggio

1.676.700

Quattro Castella

8.200.000

Reggio Emilia

10.440.000

San Polo d’Enza

4.770.000

Scandiano

2.424.000

Toano

1.512.000

 Totale

29.022.700

Il Tavolo, che dovrà far emergere eventuali situazioni di sofferenza e/o difficoltà da parte dei soggetti attuatori dei singoli investimenti, con riferimento anche a profili amministrativi e contabili, e garantire, nel contempo, il rispetto dei target fissati dalle normative europee, si pone in continuità con gli obiettivi che avevano portato alla costituzione, lo scorso dicembre, presso la Prefettura, del “Tavolo di Monitoraggio dei flussi di manodopera” ed alla successiva definizione di un Accordo interistituzionale per l’attivazione sperimentale di sistemi informatici di controllo e registrazione automatica delle presenze autorizzate nei cantieri e l’individuazione di altre azioni immediatamente operative finalizzate alla trasparenza e legalità del settore edile che consentiranno di potenziare la sicurezza e la tutela della salute nei luoghi di lavoro, nonché il contrasto del lavoro irregolare.

“Una sinergia indispensabile – ha sottolineato il Prefetto – che va proseguita con determinazione e urgenza specialmente in una fase storica di forte ripresa del settore edilizio, in cui i cantieri sono in aumento e anche i rischi di incidenti e dall’altro di infiltrazioni”.

A questo primo incontro, presieduto dal prefetto Iolanda Rolli, hanno partecipato: l’Ing. Azzio Gatti e l’Arch. Ilaria Martini, referenti per il Servizio Unità speciale per l’edilizia e la sismica della Provincia di Reggio Emilia; Raffaella Curioni, Assessore a Educazione, Conoscenza, Città universitaria e Sport del Comune di Reggio Emilia, accompagnata dal Dott. Roberto Montagnani; i sindaci di Correggio, Quattro Castella, San Polo D’Enza e Scandiano, accompagnati dai rispettivi tecnici comunali; il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale; i rappresentanti della Cassa Edile di Reggio Emilia.

I presenti si sono dati, poi, l’impegno di monitorare gli ulteriori Fondi già assegnati per la manutenzione straordinaria e per altri interventi nelle scuole (circa 16 Milioni di euro) e per le mense scolastiche in 17 Comuni della provincia (più di 10 Milioni di euro) nonché gli ulteriori Fondi per progettualità, già definite e presentate, riguardanti le palestre e gli asili 0/6 per i quali si è in attesa di riscontro.

“Fare prevenzione – ha concluso il Prefetto – significa farlo attraverso l’adozione di strategie rivolte a rafforzare gli strumenti di tutela dalle infiltrazioni criminose negli appalti pubblici e a garantire la tutela dei lavoratori impegnati nell’edilizia e tramite un attento monitoraggio della situazione in provincia”.

Più informazioni su