“Mercoledì shopping” di Cna: buona la prima foto

Soddisfazione dei 150 operatori del centro storico che hanno aderito all'iniziativa

REGGIO EMILIA – Gran pienone ieri sera per le vie del centro storico reggiano, animato dal Mercoledì Shopping di Cna, l’iniziativa ideata dall’Associazione (con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia e il contributo di Pittori Cabassi) che per la prima volta ha messo insieme le due anime, del commercio e della ristorazione, grazie alla collaborazione con l’Associazione ristoratori reggiani.

Tantissimi i negozi, oltre 100, che hanno tenuto aperto fino a tarda serata con offerte ad hoc, al di là dei saldi estivi, che hanno colorato le vetrine con i palloncini rossi targati Cna, tratto distintivo della manifestazione per dare un segnale di identità a chi ha creduto nel progetto. I ristoratori hanno offerto, invece, musica con dj set e concertini live per tutti i gusti, dal rock’n’roll anni ’50 in via del Guazzatoio al sax in via San Carlo alla coverband in via Calderini. C’erano anche artisti di strada lungo la via Emilia e via Roma che hanno coinvolto i passanti in simpatiche gag.

“Possiamo ritenerci molto soddisfatti – commenta Annarella Ferretti, presidente Cna Area Centro – di questo primo esperimento. Considerando i tempi strettissimi in cui abbiamo messo insieme tutto il necessario per l’iniziativa, non potevamo chiedere di più agli esercenti e siamo contenti che la città abbia apprezzato i nostri sforzi. Le temperature estreme di questi giorni potevano scoraggiare la partecipazione e invece abbiamo avuto la prova che se il centro offre intrattenimento di qualità, la gente è disposta ad uscire nonostante il caldo, perché ha voglia di divertirsi e ritornare a vivere situazioni conviviali, dopo isolamenti e lockdown”.

“E’ stato bellissimo vedere tante famiglie con bambini tornare a vivere il centro – aggiunge il presidente Cna Commercio Dino Spallanzani – oltre ai giovani che sono più avvezzi a popolare i locali, il nostro obiettivo era proprio offrire qualcosa che coinvolgesse tutte le fasce di età, puntando sull’orario esteso di apertura dei negozi che favorisse da un lato i consumatori ad acquistare in orari meno caldi e concedendosi uno shopping più ‘rilassato’, magari insieme a tutta la famiglia, e dall’altro i commercianti, che dopo il boom di inizio saldi vivono un periodo di forte flessione nelle vendite. Dai commenti raccolti in diretta ieri sera, gli acquisti sono stati numerosi e chissà che non sia l’occasione giusta per ripensare ad orari di apertura più flessibili”.

Sul fronte ristorazione, Luca Ferri dell’Associazione ristoratori reggiani riporta la soddisfazione dei locali aderenti e sottolinea come “siamo contenti di aver collaborato a questa iniziativa, è il primo passo per stabilire l’abitudine di portare le persone in centro anche durante la settimana attraverso iniziative come il Mercoledì Shopping. Sono convinto che continuando su questa strada aumenteranno anche le adesioni degli esercenti, soprattutto se riusciremo a snellire, in sinergia con il Comune, la parte organizzativa, a livello di costi e burocrazia”.