Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Mattarella scioglie le Camere, si vota il 25 settembre

Il Presidente della Repubblica, dopo aver sentito i Presidenti dei due rami del Parlamento, ai sensi dell'articolo 88 della Costituzione, ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati

Più informazioni su

ROMA – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo aver sentito i Presidenti dei due rami del Parlamento, ai sensi dell’articolo 88 della Costituzione, ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, che è stato controfirmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri.

Si vota il 25 settembre.

“Come ufficialmente comunicato – ha detto il capo dello Stato – ho firmato il decreto di scioglimento per indire nuove elezioni entro 70 giorni come previsto. Lo scioglimento anticipato del Parlamento è sempre l’ultimo atto”.

“La situazione politica ha condotto a questa decisione. La discussione il voto e la modalità hanno reso evidente l’assenza di prospettive per una nuova maggioranza”.

“Davanti alle Camere” – ha evidenziato Mattarella – ci sono “molti importanti adempimenti da portare a compimento nell’interesse del Paese”. “A queste esigenze – ha aggiunto – si affianca l’attuazione nei tempi concordati del Pnrr”. (Ansa)

Più informazioni su