Martiri del 7 luglio, Reggio non dimentica foto

Ieri la nostra città ha ricordato Lauro Farioli, Ovidio Franchi, Emilio Reverberi, Marino Serri e Afro Tondelli, caduti in difesa dei diritti, della libertà e della democrazia

REGGIO EMILIA – La nostra città ha ricordato ieri Martiri del 7 Luglio 1960 – Lauro Farioli, Ovidio Franchi, Emilio Reverberi, Marino Serri e Afro Tondelli, caduti in difesa dei diritti, della libertà e della democrazia con una celebrazionepromossa da Comune di Reggio Emilia, Provincia, Cgil, Cisl e Uil, Anpi, Alpi-Apc, Anppia, Istoreco e Comitato democratico e costituzionale.

Alle 17.45 c’è stata, in piazza Martiri 7 Luglio, la deposizione di una corona al cippo dedicato ai Martiri del 7 luglio, alla presenza di Gonfaloni e Labari. Poi, ai giardini pubblici in piazza della Vittoria, gli interventi di Luca Vecchi sindaco di Reggio Emilia, Giorgio Zanni presidente della Provincia di Reggio Emilia. Silvano Franchi fratello di Ovidio Franchi, Cristian Sesena segretario generale Cgil Reggio Emilia e Pier Luigi Bersani membro della Camera dei Deputati. I