Martiri del 7 luglio: le celebrazioni in ricordo dei 5 reggiani caduti

Giovedì la nostra città ricorda Lauro Farioli, Ovidio Franchi, Emilio Reverberi, Marino Serri e Afro Tondelli, caduti in difesa dei diritti, della libertà e della democrazia

REGGIO EMILIA – Giovedì la nostra città ricorda i Martiri del 7 Luglio 1960 – Lauro Farioli, Ovidio Franchi, Emilio Reverberi, Marino Serri e Afro Tondelli, caduti in difesa dei diritti, della libertà e della democrazia. Il programma della celebrazione – promossa da Comune di Reggio Emilia, Provincia, Cgil, Cisl e Uil, Anpi, Alpi-Apc, Anppia, Istoreco e Comitato democratico e costituzionale – prevede:

ore 17, Cimitero Monumentale (Ingresso da via Beretti)

Omaggio alle tombe dei Caduti da parte dei rappresentanti istituzionali, sindacali e delle associazioni partigiane.

Ore 17.45, Piazza Martiri 7 Luglio

Deposizione di una corona al cippo dedicato ai Martiri del 7 luglio, alla presenza di Gonfaloni e Labari. Percorso sulle Pietre d’inciampo in memoria dei Caduti, poste nei cinque punti di piazza Martiri del 7 luglio 1960, in cui i giovani dalle Magliette a strisce furono colpiti.

Ore 18, Giardini pubblici, piazza della Vittoria

Interventi di: Luca Vecchi sindaco di Reggio Emilia, Giorgio Zanni presidente della Provincia di Reggio Emilia. Silvano Franchi fratello di Ovidio Franchi, Cristian Sesena segretario generale Cgil Reggio Emilia e Pier Luigi Bersani membro della Camera dei Deputati. In caso di maltempo gli interventi saranno trasmessi in diretta sul sito www.comune.re.it