L’ultimo libro di Gino Strada presentato a Correggio

La presentazione, organizzata dal circolo culturale 'Primo piano', si terrà martedì alle 21 nel cortile del Palazzo dei Principi, in corso Cavour 7

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Racconta “l’emozione e il dolore, la fatica e l’amore di una grande avventura di vita che ha portato Gino Strada a conoscere i conflitti dalla parte delle vittime” l’ultimo libro del fondatore di Emergency scomparso lo scorso agosto, ‘Una persona alla volta’, che sarà presentato alle 21 di domani a Correggio, in provincia di Reggio Emilia. La presentazione, organizzata dal circolo culturale ‘Primo piano’, si terrà nel cortile del Palazzo dei Principi, in corso Cavour 7, con la partecipazione di Simonetta Gola, ex moglie di Gino Strada, curatrice del volume e responsabile della comunicazione di Emergency, e della giornalista e vicedirettrice de ‘La Stampa’, Annalisa Cuzzocrea.

Dall’infanzia nel quartiere operaio di Sesto San Giovanni, la ‘Stalingrado d’Italia’, al lavoro a Kabul come chirurgo di guerra e alla visita a Hiroshima, il libro “narra appassionatamente le radici delle idee che hanno ispirato Strada giorno dopo giorno, convincendolo della radicale necessità di garantire a chiunque il diritto a una sanità di eccellenza”. I ricordi di infanzia si mischiano così al racconto della militanza nel Movimento studentesco e alla scoperta della chirurgia, una passione che “porta Strada lontano, facendogli conoscere la guerra”. E poi, nel 1994, la nascita di Emergency, con il primo progetto in Ruanda durante il genocidio e l’arrivo in Afghanistan e in Africa, e la denuncia di come, anche in Italia, “la salute si stia progressivamente trasformando da diritto a bene di mercato”.

I proventi del libro spettanti all’autore verranno devoluti a Emergency, e l’ingresso all’evento è libero fino a esaurimento posti. In caso di maltempo, infine, la presentazione si terrà al Teatro Asioli.