Firmati nuovi contratti aziendali nella Bassa reggiana

Fiom: "Soddisfazione dei lavoratori per gli aumenti fissi"

POVIGLIO (Reggio Emilia) – Altri tre contratti aziendali sono stati firmati nei giorni scorsi nella Bassa reggiana, nello specifico alla Torneria Zanichelli di Poviglio, alla Puntomecc di Reggiolo e alla River di Brescello.

Soddisfazione per il segretario Fiom della zona di Guastalla Marco Begnozzi: “Questi accordi sono importanti – commenta – perché anche i lavoratori delle aziende più piccole devono avere il diritto ad un contratto aziendale che migliori le condizioni del contratto nazionale”.

Alla River di Brescello, azienda di rubinetterie con circa 50 addetti, la Fiom e i lavoratori ottengono la conferma di un premio di risultato che cresce di 400 euro a regime arrivando ad un massimale di 1.100 di cui il 70% anticipato in corso d’anno, mentre l’indennità di prestazione strutturale aumenta di 150 euro arrivando a 750 euro all’anno.

Il contratto, votato a larghissima maggioranza dai lavoratori, prevede inoltre l’inserimento di un protocollo contro le molestie sui luoghi di lavoro, una regolamentazione delle ferie e dei permessi più stringente e tutelante per i lavoratori, la definizione della riduzione di orario per il periodo estivo per poter gestire la prestazione durante le lunghe settimane di caldo che anche quest’anno gli operai stanno vivendo.

Alla Puntomec di Reggiolo, piccola azienda di 25 addetti che svolge lavorazioni meccaniche e trattamenti per le più importanti imprese di meccanica agricola del nostro territorio, il nuovo accordo integrativo prevede aumenti di salario fisso superiori a 300 euro l’anno e un aumento del premio di risultato di altri 400 euro, per un totale vincibile di 1.350 euro lordi oltre al raddoppio dell’indennità di prestazione giornaliera che da 200 euro passa a 400 euro.

Complessivamente il contratto aziendale permetterà quindi ai lavoratori un aumento di salario a regime di circa 900 euro su base annua. Oltre a ciò l’azienda ha preso l’impegno di installare un ventilatore per ogni postazione di lavoro, di farsi carico fino a 70 euro delle spese per scarpe antinfortunistica e di aumentare il numero di divise e i
capi di abbigliamento a favore dei lavoratori. “Senza il supporto dei delegati Fiom questi contratti non sarebbero stati possibile”,  sottolinea Begnozzi che, per la Fiom Cgil di Reggio Emilia, ha firmato gli accordi della River e della Puntomecc.

Alla Torneria Zanichelli di Poviglio, azienda di circa 40 addetti, nelle settimane scorse i lavoratori hanno votato all’unanimità un nuovo accordo aziendale che prevede: aumenti mensili lordi di 25 euro, un incremento del buono pasto istituito con il precedente contratto di 1,5 euro al giorno oltre a 200 euro una tantum di buoni carburante per il 2022. Nel complesso quindi i lavoratori della Torneria Zanichelli ottengono un aumento nell’arco di tre anni di circa 700 euro su base annua.

Per Emiliano Borciani, che ha firmato il nuovo accordo alla Torneria Zanichelli, “il contratto è stato molto apprezzato dai lavoratori e, cosa importante, a differenza di quello precedente non è stato necessario mettere in campo nessuna iniziativa di lotta, a dimostrazione che si possono fare buoni accordi anche senza scioperi, se le imprese ascoltano il sindacato e capiscono le esigenze dei lavoratori”.