Correggio, sequestrati 714 bulbi di papavero da oppio

Le fiamme gialle hanno denunciato due persone per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti

CORREGGIO (Reggio Emilia) – La Finanza ha sequestrato 714 bulbi di papavero da oppio, oltre a farmacie e sigarette di contrabbando e ha denunciato due persone per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. L’intervento, condotto dai finanzieri della Tenenza di Correggio, è scaturito in seguito al controllo di un cliente fermato nelle adiacenze dell’esercizio da una pattuglia e trovato in possesso di 66 bulbi, nonché di farmaci appena acquistati.

Le fiamme gialle, a quel punto, hanno perquisito l’esercizio commerciale e poi, negli immobili di proprietà della persona che aveva materialmente effettuato la cessione, hanno trovato altri 648 bulbi, per un peso complessivo di un chilo e 255 grammi che sono stati sequestrati.

Ogni bulbo di papavero, una volta svuotato ed essiccato, contiene morfina che può essere assunta masticando il tubero. In alternativa, quest’ultimo può essere fumato o utilizzato per preparare un infuso, con un effetto narcolettico analogo a quello dell’eroina, con la quale ha in comune l’elevata dipendenza.

Il titolare dell’esercizio e il cliente sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio. Al titolare è stato anche contestato il reato di esercizio abusivo della professione, di cui all’art. 348 del c.p., per aver venduto sostanze medicinali in mancanza di titoli abilitativi alla funzione di Medico/Farmacista.

Durante la perquisizione sono stati anche trovati un chilo e 700 grammi di tabacchi lavorati esteri di contrabbando che sono stati, pure loro, sequestrati,