Spinge il passeggino, di notte, su una strada trafficata: salvata dai carabinieri

Ha perso il treno che da Guastalla doveva portarla a Boretto: la 40enne , con un bambino di 4 anni, era a piedi sulla trafficata statale 62, sull’argine maestro del fiume Po

BORETTO (Reggio Emilia) – Ha perso il treno che da Guastalla doveva portarla a Boretto e cosi una 40enne, con un bambino di 4 anni, si è avventurata a piedi, di notte, lungo la stretta e trafficata statale 62, sull’argine maestro del fiume Po, per raggiungere la sua abitazione. La donna stava spingendo il passeggino su una strada buia in un contesto assolutamente pericoloso. Per fortuna si è imbattuta in una pattuglia dei carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Guastalla che hanno soccorso la donna: l’hanno caricata in auto con il figlioletto e l’hanno portata a casa.