Quantcast

Raggira anziana con la truffa dello specchietto: denunciato

Un 32enne di Siracusa è accusato di aver raggirato una 78enne di Correggio

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Raggira anziana con la truffa dello specchietto: 32enne siracusano denunciato dai carabinieri di Correggio. L’uomo, con precedenti specifici, sarà inoltre proposto per il foglio di via obbligatorio dal comune di Correggio per tre anni.

Il trucco è sempre lo stesso e viene architettato in una strada stretta o in un parcheggio. Individuata l’auto e la preda, generalmente anziani, il truffatore rincorre la vittima fino a fermarla accusandola di avergli rotto lo specchietto o ammaccato l’auto forte del fatto di aver simulato, poco prima, un rumore con il lancio di un oggetto sulla fiancata dell’auto della vittima.

Secondo quanto ricostruito dai militari, la vittima, una 78enne correggese, era alla guida della sua auto in centro a Correggio quando ha sentito un rumore metallico provenire dalla carrozzeria. Subito non ci ha fatto caso e ha proseguito la marcia verso casa, ma è stata raggiunta dal truffatore che le ha detto: “Lei mi ha rotto lo specchietto della macchina”. E le ha mostrato lo specchietto retrovisore effettivamente danneggiato.

Vista l’insistenza l’anziana ha acconsentito alla richiesta di risarcimento e ha consegnato 50 euro al malvivente che se ne è andato. Grazie anche agli incroci della targa dell’auto del truffatore con il sistema di videosorveglianza comunale, i militari sono risaliti al 32enne di Siracusa che è stato denunciato per truffa. I carabinieri ribadiscono che, quando si viene accusati di aver toccato un’altra auto, è importante chiedere subito la compilazione del Cid (modello di constatazione amichevole dell’incidente stradale). A questo punto, con la scusa che va di fretta il truffatore chiederà di pagargli il danno cash. Bisogna opporsi e chiamare subito il 112 dei carabinieri.