Quantcast

Pugni e minacce di morte alla moglie: in carcere

Il 38enne di Castelnovo Sotto dovrà scontare oltre due anni di carcere dopo la condanna per maltrattamenti

CASTELNOVO SOTTO (Reggio Emilia) – Un 38enne nell’aprile dell’anno scorso  è stato condannato dal tribunale di Reggio Emilia a 2 anni e 2 mesi di reclusione per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali (condanna confermata in appello lo scorso mese di gennaio). La sentenza è diventata esecutiva e quindi lunedì scorsoè stato arrestato dai carabinieri di Castelnovo Sotto che lo hanno portato in carcere.

Nel 2020 aveva maltrattato la moglie aggredendola verbalmente e fisicamente. Violente aggressioni consumate per futili motivi anche per impedire alla moglie di chiamare una sua zia. In particolare la sera del 29 ottobre del 2020, con il figlio minore che dormiva in camera, aveva aggredito verbalmente la moglie, una 36enne, con cui era sposato dal 2008. Poi, dopo averla presa per i capelli, le aveva sferrato dei pugni in faccia.

Inoltre periodicamente la minacciava di morte con frasi del tipo “ti uccido“, “ti faccio in due pezzi” “ti apro la pancia con il coltello“.