Pedopornografia, 53enne arrestato e portato in carcere

Dopo la condanna definitiva deve scontare tre anni

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) – Pedopornografia, 53enne arrestato dai carabinieri e portato in carcere: deve scontare oltre tre anni di carcere per detenzione e produzione di materiale pedopornografico. Era stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Castelnovo Monti con una serie di pesantissime accuse: nel suo computer erano stati trovati filmati realizzati utilizzando minori.

Una vicenda risalente all’ottobre del 2012 quella portata alla luce dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Castelnovo Monti che ebbe un grosso eco mediatico nella piccola comunità dell’Appennino reggiano dove erano stati accertati i fatti dai carabinieri che arrestarono l’uomo. Quindi l’iter processuale con la prima sezione della Corte d’Appello di Bologna che il 9 ottobre 2020, in riforma della sentenza di primo grado emessa dal GIP del Tribunale di Bologna, ha condannato il 53enne alla pena di 3 anni e 2 mesi di reclusione e la multa di 12.000 euro.

La condanna è divenuta esecutiva lo scorso mese di maggio dato che la Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso del condannato. I carabinieri di Castelnovo Monti lo hanno rintracciato e lo hanno portato in carcere.