Passeggiata Settecentesca, cambia la mobilità in piazza Diaz

Messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e ciclabili, riordino della viabilità e riorganizzazione del sistema semaforico. Lavori conclusi entro l'estate

REGGIO EMILIA – Giovedì 30 giugno iniziano i lavori di riorganizzazione della mobilità in piazza Diaz, all’incrocio tra la circonvallazione, viale Umberto I e via Ariosto.

Per consentire lo svolgimento del cantiere in condizioni di sicurezza, viene realizzata una rotatoria temporanea al centro dell’incrocio, per la distribuzione e gestione del traffico automobilistico, ciclopedonale e dei mezzi pubblici. Questa sistemazione provvisoria sarà presente fino alla conclusione dei lavori, prevista fine luglio. E’ richiesto pertanto agli utenti – in particolare automobilisti, ciclisti e pedoni, conducenti di mezzi pubblici – una ulteriore attenzione e prudenza nell’attraversamento dell’incrocio.

L’intervento di riorganizzazione in piazza Diaz si inserisce fra quelli in corso previsti per la riqualificazione e valorizzazione degli aspetti storici, artistici e culturali della Passeggiata Settecentesca nell’ambito del Progetto Ducato Estense e riguardanti in questo caso gli stessi via Ariosto e viale Umberto I.

L’opera ha un valore di 100.000 euro, interamente finanziati dal Comune di Reggio Emilia, e ha per obiettivo il riordino e la maggiore sicurezza dell’incrocio, che è particolarmente trafficato, il suo inserimento coerente e la sua armonizzazione funzionale con gli interventi di riordino della viabilità in corso di realizzazione sui due assi della Passeggiata Settecentesca che convergono nel piazzale.

La conclusione dei lavori in piazza Diaz è prevista entro l’estate, contestualmente alla conclusione dell’intervento in viale Umberto I, mentre la fine lavori in via Ariosto è prevista entro il 2022.

PERCHÉ INTERVENIRE – Il nodo in esame è risultato, a seguito di un’analisi dettagliata dei dati sui flussi di traffico effettuata da Polinomia srl (società che si occupa di pianificazione della mobilità e progettazione della sicurezza stradale) nell’ambito di un documento di Valutazione trasportistica, un incrocio ad alta incidentalità per il quale si rende opportuno un intervento finalizzato a garantire una maggiore sicurezza degli utenti.

Le criticità che attualmente caratterizzano l’incrocio sono prevalentemente di due tipi:

  • sicurezza degli utenti in particolare modo ciclisti e pedoni;

  • organizzazione del traffico veicolare.

Per quel che riguarda il problema della sicurezza stradale, si rileva una eccessiva lunghezza di percorrenza degli attraversamenti ciclabili e pedonali, posti troppo in prossimità delle svolte veicolari con conseguenti problematiche di sicurezza.

A conferma di tale analisi, i dati che qualificano l’incrocio come luogo a elevata incidentalità.

Per quello che riguarda il traffico veicolare, l’incrocio è regolato da impianto semaforico caratterizzato da discreti accodamenti nelle ore di punta. Inoltre la svolta a sinistra da via dei Mille verso viale Umberto I è impedita e pertanto le automobili dirette a sud sono costrette ad entrare in via Ariosto e a circuitare intorno allo spartitraffico centrale della piazza; e lo stesso percorso viene utilizzato per coloro che vogliono accedere ai parcheggi del controviale di viale Timavo, parcheggi che non hanno attualmente un accesso diretto dal viale stesso.

COSA SI FA – Alla luce delle criticità evidenziate e dei progetti in fase di realizzazione relativi alle aree limitrofe, l’intervento su piazza Diaz si propone di migliorare la sicurezza degli attraversamenti ciclopedonali, di riqualificare gli impianti semaforici dell’intero nodo e la segnaletica verticale ed orizzontale, di implementare l’illuminazione e di eliminare il circuito attorno allo spartitraffico di via Ariosto per chi dall’onda rossa vuole dirigersi lungo viale Umberto I.

Il progetto ha lo scopo di razionalizzare i flussi di traffico incidenti sull’area di piazza Diaz, in seguito al progetto di riqualificazione di via Ariosto e viale Umberto I, la riqualificazione degli impianti semaforici dell’intero nodo e della segnaletica verticale ed orizzontale.

La riorganizzazione dei flussi di traffico sull’intero piazzale al fine di migliorare le opportunità di accesso/uscita dalle infrastrutture (percorsi di mobilità) che compongono l’intersezione e le condizioni di sicurezza per le utenze deboli, la nuova geometria di viale Ariosto con la razionalizzazione delle corsie di marcia in ingresso e uscita dall’esagono del Centro storico, la riqualificazione degli spazi in viale Umberto I verranno messe a sistema con soluzioni capaci di dialogare tra loro mantenendo la funzionalità, la sicurezza, la natura e la fluidità dei flussi sia veicolari, sia ciclopedonali esistenti.

Verrà di conseguenza riqualificato l’intero impianto di segnaletica orizzontale e verticale per rendere chiare le nuove tipologie di accesso agli spazi esistenti.

Per la gestione dei nuovi flussi di traffico, sarà ammodernato l’impianto semaforico.

Verranno inserite apposite lanterne a servizio degli ipovedenti su tre dei quattro bracci costituenti l’intersezione.

In fine, verrà traslata di qualche decina di metri la pensilina esistente, a servizio del trasporto pubblico, e posta in corrispondenza della nuova fermata in linea di viale Timavo.

ORDINANZAPer consentire lo svolgimento dei lavori e continuare ad assicurare un assetto di viabilità adeguato durante il cantiere di piazza Diaz, un’ordinanza del Comune dispone alcune modifiche temporanee della viabilità, dal 30 giugno al 24 luglio prossimo, riguardanti appunto l’intersezione tra viale Umberto I, viale Timavo, viale dei Mille, via Ariosto, piazza Diaz e via Cassoli:

  • temporaneo spegnimento dell’impianto semaforico;

  • regolamentazione della circolazione veicolare e pedonale tramite rotatoria;

  • restringimenti, temporanee interruzioni della circolazione e divieto di sosta con rimozione nelle aree di cantiere.

Sono previste inoltre isole di protezione per gli attraversamenti ciclopedonali e “canalizzazioni” dei percorsi pedonali.