Montagna, la Lega scrive al presidente della Provincia per sollecitare gli sfalci lungo le strade

I consiglieri regionali Delmonte e Catellani: "Cattivo biglietto da visita per il turismo in Appennino e mancanza di sicurezza stradale”

REGGIO EMILIA – “Cattivo biglietto da visita per il turismo in Appennino e mancanza di sicurezza stradale”. I consiglieri regionali reggiani della Lega, Gabriele Delmonte e Maura Catellani, scrivono al presidente della Provincia di Reggio, Giorgio Zanni, per sollecitare gli sfalci lungo le strade di competenza dell’ Ente.

“In particolare – sottolineano Delmonte e Catellani – ci riferiamo alla parte alta della nostra Provincia, nel Comune di Villa Minozzo, riferendoci ad esempio alla SP9 delle Forbici e la SP99 Case Bagatti – Febbio – Peschiera, e al Comune di Ventasso, citando la situazione lungo la SP 58 tra il Passo del Cerreto e Cerreto Laghi oltre che lungo la SP 102 Ramiseto – Lago Calamone”.

Per i rappresentanti della Lega si tratta di località “particolarmente apprezzate e tra le più rinomate” dal punto di vista turistico, ma “l’assenza di un adeguato intervento di pulizia degli sfalci, che dovrebbero essere eseguiti per tempo tutti gli anni, comporta rischi da un punto di vista della sicurezza stradale”.

“Chi guida ciclomotori, automobili e biciclette in queste zone appenniniche si muovono in una situazione di scarsa visibilità. Da un punto di vista prettamente estetico – aggiungono poi Delmonte e Catellani – i tratti rappresentano anche un negativo ‘biglietto da visita’ per l’immagine del nostro Appennino, immagine che con importanti sforzi sostenuti anche dalla Sua amministrazione, si sta cercando di consolidare negli ultimi anni”.

Delmonte e Catellani, dicendosi fiduciosi che “gli uffici competenti stiano lavorando per trovare una soluzione a una situazione che, ritardandola ulteriormente, rischierebbe di complicarsi” si sono detti disponibili a collaborare, per quanto di competenza, con la Provincia per una rapida soluzione della vicenda.