Quantcast

Medici pronto soccorso, il bando va deserto

L'azienda: "Valutiamo altre possibilità di reclutamento"

REGGIO EMILIA – Il bando indetto dall’Ausl di Reggio Emilia per reperire professionisti da impiegare nell’assistenza medica specialistica nei Pronto Soccorso della provincia attualmente chiusi (Scandiano e Correggio, mentre Montecchio è aperto solo 12 ore) è andato deserto, non essendo pervenute offerte. Lo rende noto la direzione dell’Azienda sanitaria che “sta valutando le ulteriori possibilità previste dalla normativa per proseguire nell’azione di reclutamento”. Il bando era stato attivato, in via temporanea, a causa della nota carenza di personale dell’emergenza urgenza, in attesa di reperire personale dipendente.