La coop sociale Risonanze in concerto ad Albinea tra valzer ed inclusione

Domenica ad Albinea I violini di Santa Vittoria per l’acquisto di strumenti da assegnare in uso gratuito alla nuova banda dei ragazzi

ALBINEA (Reggio Emilia) – Attraverserà sentieri musicali dal Po al Danubio il concerto organizzato dalla cooperativa sociale Risonanze per domenica 5 giugno alle 18,30 al Parco dei Frassini di Albinea.

Il concerto, organizzato con il patrocinio del Comune di Albinea, andrà a sostegno del progetto di crowdfunding che Risonanze (che gestisce la scuola di musica e teatro di Villa Canali-Albinea) ha lanciato per giungere all’acquisto di strumenti musicali da assegnare in uso gratuito ai giovani che andranno a formare “Bandarà”, la banda dei ragazzi progettata come nuovo strumento di aggregazione e di relazioni all’insegna di un linguaggio musicale che supera ogni barriera.

L’appuntamento proposto da Risonanze avrà per protagonisti “I violini di Santa Vittoria”, quintetto d’archi molto noto per la sua originale proposta musicale, frutto della straordinaria vicenda che, all’inizio dell’Ottocento, segnò la vita sociale e culturale di Santa Vittoria di Gualtieri.

Nel momento in cui si diffondevano in Italia nuovi balli di origine popolare (il valzer, la mazurka, la polka), nel paese della bassa reggiana prendono vita, quasi in ogni famiglia, piccoli gruppi orchestrali composti da cinque elementi. Sul finire dello stesso secolo, la frazione gualtierese assunse contorni della leggenda, diventando nella grassa immaginazione degli uomini della bassa il Paese dei Cento Violini.

“I violini di Santa Vittoria” sono gli unici rappresentanti di questa memoria musicale e nascono nel 2001, come parte musicale di un più ampio progetto di recupero storico del ballo liscio reggiano e, anche il 5 giugno ad Albinea, proporranno le musiche che sono espressione di una grande tradizione e di quella cultura mitteleuropea che ha dato origine a valzer e mazurke.