Quantcast

Uomo trovato morto in un pozzo, accusati di omicidio i familiari

Dopo l'interrogatorio, in cui si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, moglie, figlia e genero sono stati portati in carcere

TOANO (Reggio Emilia) – Svolta nella scomparsa del 77enne toanese Giuseppe Pedrazzini trovato morto in un pozzo: la moglie Marta Ghilardini, 63 anni, la figlia Silvia, 37 anni e il genero, Riccardo Guida, 43 anni, sono stati fermati per omicidio e soppressione di cadavere. Questo in seguito alle indagini dei carabinieri coordinati dal sostituto procuratore Piera Giannusa e al termine dell’interrogatorio dei tre indiziati, nel corso del quale si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. I fermati saranno portati nel carcere di Reggio Emilia. L’abitazione e i terreni circostanti sono stati sequestrati.

Silvia Pedrazzini e Riccardo Guida, un batterista che produce musica indipendente, sono sposati da una decina di anni e hanno un figlio che frequenta le medie.

Ha detto all’Ansa il loro avvocato difensore, Ernesto D’Andrea: “I miei due assistiti rivendicano la loro estraneità ai fatti per questi capi d’accusa. Faranno di tutto per dimostrare che non c’entrano nulla. Cadiamo dalle nuvole, perché non si capirebbe l’eventuale movente di un delitto così efferato come ipotizza la Procura. La vittima non era ricca, non aveva nulla di intestato. E’ la moglie che è benestante”.

Gli investigatori, dopo la segnalazione della scomparsa dell’uomo, fatta da parenti e amici ai carabinieri di Toano che avevano fatto notare come l’anziano non si vedesse in paese da diversi mesi, avevano avviato gli accertamenti che si erano da subito indirizzati verso i familiari conviventi che, peraltro, non avevano denunciato la scomparsa dell’uomo.

Nel corso delle ricerche il cane molecolare del nucleo cinofili carabinieri di Bologna ieri si è soffermato nei pressi di un pozzo vicino all’abitazione dell’uomo dove si sono concentrate le attenzioni dei carabinieri. Stamattina, intorno alle 7, i militari, con il supporto dei vigili del fuoco dei comandi di Reggio Emilia e Castelnovo Monti, hanno recuperato, all’interno del pozzo il corpo senza vita del 77enne.