Torna Kids, il festival di giornalismo per ragazzi

Il prossimo fine settimana 40 eventi per spiegare il mondo di oggi

REGGIO EMILIA – Internazionale e Reggio Emilia, città vocata ai temi educativi e dell’infanzia, rinnovano la collaborazione per spiegare il mondo contemporaneo ai ragazzi dai 7 ai 13 anni. Il prossimo week end (27,28 e 29 maggio) la città del Tricolore ospita infatti la seconda edizione del festival giornalistico “Kids”, che al debutto nel 2021 ha totalizzato circa 7000 partecipanti. Tra incontri, miniconferenze, presentazioni di libri e proiezioni, 10 laboratori e concerti (affidato a dj Cosmo quello finale) sono 40 gli appuntamenti in cartellone, per parlare di diritti, sessualità e guerra in Ucraina.

Tre le location degli eventi: ai chiostri di San Pietro che ospitano i “talk” si affiancano il palazzo dei musei per le attività più pratiche e, per la prima volta, la torre più alta di Reggio. E’ quella dell’acquedotto cittadino che Iren- sponsor principale della manifestazione- apre al pubblico per una serie di inziative legate ai temi ambientali e dell’economia circolare.

Le prenotazioni ai vari momenti del festival (tutti i dettagli su http://intern.az/1EII) sono andate “bruciate” in poco meno di mezz’ora. Ma gli organizzatori invitano comunque gli interessati a presentarsi perché, come nella scorsa edizione, i posti liberati all’ultimo momento non dovrebbero mancare. “Il Festival di Internazionale Kids a Reggio Emilia è al posto giusto perché è coerente con la città che ha nell’educazione e nella cultura i suoi tratti distintivi”, dice il sindaco Luca Vecchi.

“La cultura che vogliamo per la nostra città è anche questa: offrire ai bambini e alle bambine la possibilità di rispondere a domande e curiosità, stimolare nuove visioni, nuove sensibilità e competenze”, aggiunge l’assessore comunale Annalisa Rabitti.
Il giornalismo, dice Alberto Emiletti che dirige il festival, “è una finestra sul mondo, un modo per scoprire storie di altri bambini in giro per il mondo e approfondire la conoscenza di alcuni temi di cui i ragazzi sentono parlare quotidianamente ma che non capiscono fino in fondo”.

E quindi “l’idea da cui è nata Internzionale Kids è quella di fornire degli strumneti per comprendere una realtà che a volte sembra complicata e per questo fa paura: una chiave per sconfiggere la paura”. Il giornalismo, a Reggio Emilia, è dunque anche un po’ educazione.