Quantcast

Sesena: “Su appalti maglie troppo larghe”

Il segretario della Cgil: "Condizioni che portano a irregolarità e all'aumento degli infortuni"

REGGIO EMILIA – “Nel nostro Paese il sistema degli appalti è assolutamente a maglie larghe e apre tutta una serie di margini all’irregolarità, porta alla precarietà e comporta un aumento esponenziale dei rischi di infortuni”. Lo afferma oggi, a margine della presentazione di un progetto per la sicurezza e la trasparenza dei cantieri edili in Prefettura, il segretario della Camera del lavoro di Reggio Emilia Cristian Sesena.

“Dove la catena dell’appalto si sgretola in subappalti in continui stadi inferiori, con sempre meno tutele e meno governance da parte dell’ente committente, noi ravvisiamo che il rischio di non formare i lavoratori e di non dotarli di strumenti esponendoli quindi a rischi aumenta”, aggiunge Sesena. Secondo cui, inoltre, “si investe ancora poco in formazione rivolta sia ai lavoratori che agli stessi imprenditori”. Ecco perché “dopo la pandemia, con la voglia delle imprese di recuperare le marginalità perdute, abbiamo visto crescere il numero degli infortuni, anche mortali”, conclude il segretario provinciale della Cgil.