Santa Croce, operaio folgorato: è grave

Il 44enne, dipendente dell'azienda Nial Nizzoli di Correggio, è ricoverato nel reparto di rianimazione

REGGIO EMILIA – Un grave infortunio sul lavoro si è verificato questa mattina a Reggio Emilia nell’area dell’ex Mangimificio Caffarri nel quartiere di Santa Croce. L’immobile è sottoposto ad un intervento di ristrutturazione, al pari dei capannoni ex Reggiane, nell’ambito del più ampio progetto che riguarda il “Parco Innovazione” e le zone limitrofe in capo alla società Stu Reggiane. Un operaio di 44 anni, dipendente dell’azienda Nial Nizzoli di Correggio è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Reggio dopo essere rimasto folgorato mentre eseguiva dei lavori.

La dinamica dell’incidente è al vaglio dei Carabinieri del comando di zona e del personale della Medicina del lavoro dell’Ausl. Un report diffuso da Confapi, intanto, evidenzia che che nel 2021 sono state quasi 9.200 le denunce di infortunio sul lavoro a livello provinciale, con un incremento dell’8% circa rispetto al 2020. Il dato sarebbbe il migliore in regione, ma in aumento dell’11% rispetto sul 2020. “L’Italia è ancora priva di una strategia nazionale relativa alla salute e sicurezza sul lavoro – dice il presidente di Confapi Emilia Alberto Cirelli -, è nostro dovere nei confronti degli imprenditori investire sulla promozione della cultura della prevenzione”.