Ristorante ‘ndrangheta ridisegnato dagli studenti del Secchi

Il complesso Millefiori di Montecchio dei fratelli Palmo e Giuseppe Vertinelli

REGGIO EMILIA – Ospitava il ristorante dei fratelli Palmo e Giuseppe Vertinelli, entrambi condannati a pene pesanti nel processo Aemilia contro la ‘ndrangheta, ed era il luogo in cui, secondo la Dda, la cosca Grande Aracri reinvestiva i proventi delle sue attività illecite. Si tratta del complesso immobiliare “Millefiori” di Montecchio che ora il Comune in provincia di Reggio Emilia, che ha avviato la procedura per acquisirlo, intende trasformare in un campus destinato alle associazioni del territorio.

A riprogettare l’edificio (7.000 metri quadri con una piscina interrata) sono stati però 240 studenti degli istituti per geometri “Angelo Secchi” di Reggio Emilia e “Camillo Rondani” di Parma, aiutati dai loro docenti e da tecnici del Comune e dell’associazione costruzioni edili di Unindustria (Ance). Gli elaborati dei ragazzi sono stati presentati oggi in sala del Tricolore a Reggio Emilia, nel corso della commemorazione del 30esimo anniversario della strage di Capaci.