Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Papa Francesco: “Putin non si ferma, sono pronto a incontrarlo a Mosca”

Il pontefice spiega che sta insistendo, tramite il cardinale Parolin, per avere un incontro con Putin

ROMA – “Ho chiesto al cardinale Parolin, dopo venti giorni di guerra, di far arrivare il messaggio a Putin che io ero disposto ad andare a Mosca. Certo era necessario che il leader del Cremlino concedesse qualche finestrina. Non abbiamo ancora avuto risposta e stiamo ancora insistendo anche se temo che Putin non possa e voglia fare questo incontro in questo momento. Ma tutta questa brutalità come si fa a non fermarla? Venticinque anni fa con il Ruanda abbiamo vissuto la stessa cosa”. Lo dice Papa Francesco, intervistato dal direttore del Corriere della Sera, Luciano Fontana.

“A Kiev per ora non vado– aggiunge Papa Francesco – sento che non devo andare. Io prima devo andare a Mosca, prima devo incontrare Putin. Ma anche io sono un prete, che cosa posso fare? Faccio quello che posso. Se Putin aprisse la porta…”.

PAPA: “GRAZIE AI GIORNALISTI CHE CON CORAGGIO CI INFORMANO SULLE PIAGHE DELL’UMANITÀ”

“In questa Giornata della Libertà di Stampa, Preghiamo Insieme per i giornalisti che hanno pagato di persona, con la vita o con il carcere, per servire questo diritto. Un grazie speciale a quanti di loro, con coraggio, ci informano sulle piaghe dell’umanità”. Così Papa Francesco su Twitter (fonte Dire).