Mercoledì rosa spostati all’Arena Campovolo, divampa la polemica

Movimento 5 Stelle, Coalizione Civica e Confedilizia tuonano contro la scelta di spostarli dal centro storico: "Scelte autoreferenziali che danneggerano i piccoli imprenditori". Ordine del giorno nel prossimo consiglio comunale

REGGIO EMILIA – Continuano le proteste del mondo del commercio per il trasloco dei Mercoledì rosa dal centro storico all’arena Campovolo. Ieri, a protestare, era stata Cna e oggi, sul Carlino, Confcommercio. Ora ad intervenire è il M5S, Coalizione Civica e Confedilizia.

Scrivono, in una nota congiunta, i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Paola Soragni e Gianni Bertucci, insieme ai parlamentari Maria Edera Spadoni, Davide Zanichelli, Maria Laura Mantovani e Gabriele Lanzi: “Bisogna rivedere immediatamente la scelta dello spostamento dei mercoledì rosa all’Arena Campovolo a discapito del centro storico, luogo invece della nascita di questo imperdibile appuntamento estivo. La kermesse deve continuare a essere fatta nel centro della nostra città”,

E ancora: “E’ da troppo tempo che il centro vive un momento buio, sono tante le saracinesche abbassate e i negozi storici ormai falliti e chiusi definitivamente, perché allora dare questa ulteriore mazzata e spostare queste serate, famose per un elevato afflusso di persone, al di fuori delle mura della città?”.

E concludono: “Ci uniamo all’appello dei commercianti e delle associazioni di categoria per spingere il Comune a fare marcia indietro su questa scelta a dir poco scellerata. Come è prevedibile sarà un disastro per le attività cittadine, non solo per gli incassi ma anche per ridare vita ad un centro cittadino troppo spesso protagonista di episodi negativi. La sicurezza di una zona si fa tenendo in vita la zona stessa, rivogliamo i mercoledì rosa in centro storico”.

Sulla vicenda interviene anche Coalizione civica che scrive: “Sbagliatissima la scelta di spostare i mercoledì rosa dal centro storico all’Arena Campovolo. Questa rassegna nata 10 anni fa dai commercianti reggiani di Cna ha da sempre avuto lo scopo di offrire più appuntamenti (a un costo contenuto) per ridare vita al centro storico e permettere preziose entrate ai commercianti e ristoratori dell’esagono. Al solito non vi sono stati passaggi in consiglio comunale, commissione o con le associazioni di categoria per discutere queste scelte. Chi ci governa sbaglia perseguire queste scelte autoreferenziali e che danneggerano i piccoli imprenditori. Con Coalizione civica Reggio Emilia presenteremo un ordine del giorno urgente per rivedere questa posizione decisa sui tavoli di pochi a svantaggio di molti”.

Scrive Confedilizia: “Difficile riuscire a mettere d’accordo tutti, ma l’Amministrazione del Comune di Reggio ci è riuscita. Tutti d’accordo sul fatto che spostare i mercoledì rosa (anche solo nominalmente) nell’arena dei mega-mancati concerti internazionali sia una sciocchezza. E non si dica che è un favore ai residenti del centro, perché neanche questi sono stati consultati. I proprietari avrebbero potuto evidenziare che si possono ben contemperare le esigenze di vita delle persone con le esigenze del commercio, perchè una città vivace è un beneficio per tutti”.

Aggiunge l’associazione: “A proposito: che fine ha fatto l’inaugurazione, annunciata l’autunno scorso, del mercato coperto a giugno 2022? E la riqualificazione di Piazza San Prospero che doveva iniziare a gennaio 2022 per inaugurare a inizio estate? Bravi a proclamare, poco a realizzare. Ad un’Amministrazione comunale che agisce senza coinvolgere le Associazioni occorrerebbe rispondere con una riunione, certamente più produttiva, delle Associazioni senza il Comune”.