Mafie, processo Grimilde: difesa imputato denuncia pm e pentito

I legali di Oppido all'attacco su una truffa contestata al loro assistito

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Una denuncia contro il pentito Antonio Valerio e un esposto sull’operato del pubblico ministero della Dda di Bologna Beatrice Ronchi. Sono gli atti che, nell’udienza di oggi del processo contro la ‘ndrangheta “Grimilde” di Reggio Emilia, sono stati annunciati come depositati dai difensori dell’imputato Domenico Oppido.

Secondo i legali, infatti, il loro assistito avrebbe presentato una denuncia per estorsione nei confronti del collaboratore di giustizia Antonio Valerio, nell’ambito del cosiddetto “affare Oppido”, cioè la maxi truffa da oltre due milioni al ministero delle Infrastrutture ordita dal sodalizio emiliano emersa nel processo Aemilia. Ma il pubblico ministero non avrebbe in questo caso “esercitato l’azione penale” e potrebbe incorrere, per gli avvocati dell’imputato, anche in provvedimenti disciplinari o penali.

Più informazioni su