Quantcast

Centinaia di lavaggi auto gratis con carte alterate: denunciati

Due 18enni di San Polo sono accusati di concorso in indebito utilizzo continuato e falsificazione di strumenti di pagamento elettronici e truffa

SAN POLO (Reggio Emilia) – Centinaia di lavaggi auto gratis con carte alterate: due 18enni di San Polo denunciati dai carabinieri di San Polo per concorso in indebito utilizzo continuato e falsificazione di strumenti di pagamento elettronici e truffa. Grazie alle loro capacità telematiche sono riusciti ad alterare la memoria delle carte elettroniche in vendita nei distributori automatici di un autolavaggio del reggiano e, clonando il credito presente sulle stesse, hanno effettuato, dagli inizi del mese di ottobre dell’anno scorso, centinaia di lavaggi di auto gratuitamente.

I militari di San Polo hanno sequestrato ai due 18enne sei carte elettroniche alterate e una quindicina di gettoni per il lavaggio di auto acquistati con l’illecito utilizzo delle citate carte. Ad accorgersi dell’anomalia il dell’autolavaggio quando ha accertato che una carta elettronica abilitata all’acquisto dei gettoni dei lavaggi era stata usata sebbene dal sistema telematico risulatasse un’assenza di credito. Carta che veniva utilizzata anche se lo stesso titolare del lavaggio ne aveva bloccato l’utilizzo. Grazie al sistema elettronico di alert, attivato dalla vittima, quando la carta è stata utilizzata i carabinieri sono intervenuti nell’autolavaggio dove il titolare aveva bloccato due ragazzi che, utilizzando la carta, stavano lavando una macchina.

I due 18enni, una volta fermati, hanno ammesso le loro responsabilità e si sono resi disonibili a risarcire del danno l’autolavaggio. In base alle prime verifiche dei carabinieri sarebbero centinaia i lavaggi gratuiti di altrettante autovetture effettuati dai due ragazzi per un valore di alcune migliaia di euro.