Quantcast

Castellarano, agente stroncato da un infarto

Fabio Chiesi, 48 anni, in servizio alla polizia municipale Tresinaro Secchia lascia la moglie e tre figli. Il cordoglio del sindaco

CASTELLARANO (Reggio Emilia) – E’ morto questa mattina per un malore improvviso, nella sua casa di Roteglia, l’agente scelto di polizia locale Fabio Chiesi. Il 48enne è stato stroncato da un infarto. Lascia la moglie e i tre figli. I soccorritori sono arrivati subito in via della Repubblica dove l’agente viveva, ma purtroppo per Chiesi non c’è stato nulla da fare. Il 48enne prestava servizio nella polizia locale dell’Unione Tresinaro Secchia, insieme alla moglie. I funerali si dovrebbero celebrare giovedì a Castellarano.

Ha commentato il sindaco di Castellarano, Giorgio Zanni: “Una notizia che porta in noi ed in tutta la comunità una tristezza infinita, quella che purtroppo abbiamo ricevuto questa mattina. Un lutto che colpisce tutta la comunità. Una persona sempre disponibile e solare, che voleva bene al suo lavoro e ancor più alla sua comunità, quella per cui lavorava e che serviva con impegno e professionalità ogni giorno come agente di polizia municipale. Serio, preparato, professionale ma soprattutto sinceramente disponibile, gentile e attento nei rapporti con i colleghi e con la cittadinanza. Una persona davvero speciale. Un esempio. La comunità tutta si stringe attorno alla famiglia, alla moglie e alle figlie, a cui va il nostro più grande abbraccio e le nostre più sincere condoglianze”.

Anche l’Unione Tresinaro Secchia partecipa al dolore della famiglia di Fabio Chiesi, l’agente scelto di Polizia locale scomparso improvvisamente questa mattina a soli 48 anni. “Fabio era un ottimo agente ed una splendida persona, che ha sempre svolto il proprio incarico con estrema professionalità e competenza, ma anche con grande disponibilità verso i cittadini ed i colleghi”, dichiara il presidente Matteo Nasciuti, esprimendo il cordoglio suo personale, della Giunta e di tutti i colleghi di lavoro di Chiesi alla moglie Paola Casini, anche lei in forza alla Polizia locale dell’Unione Tresinaro Secchia, ed alle tre figlie.

“Per tutti noi è un duro colpo: perdiamo un collega capace, un operatore molto qualificato, ma soprattutto un amico, una persona solare e un bravo padre di famiglia”, aggiunge il comandante della Polizia locale dell’Unione Tresinaro Secchia, Italo Rosati.