Arceto, giovane uccisa da un malore a 21 anni

La 21enne si è sentita male venerdì pomeriggio: è stata soccorsa dal personale del 118 e poi è stata trasportata in elisoccorso al Maggiore di Parma dove poi è deceduta

Più informazioni su

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Una giovane di 21 anni, Irene Montruccoli, residente ad Arceto di Scandiano, è morta uccisa da un malore improvviso. La giovane si è spenta al Maggiore di Parma dove è arrivata venerdì in gravissime condizioni. Lutto a Scandiano e ad Arceto, dove viveva con la famiglia. Ha scritto su Instagram la sorella minore Ilaria: “Eri e sarai sempre la più bella, la più intelligente, la più buona e la più forte tra noi due e tra tutti gli altri”.

La 21enne, studentessa di ingegneria, si è sentita male venerdì pomeriggio: è stata soccorsa dal personale del 118 e poi è stata trasportata in elisoccorso al Maggiore di Parma, dove, già in gravi condizioni, è stata ricoverata d’urgenza. Tanti i messaggi di cordoglio verso la famiglia, molto conosciuta nella frazione, tra cui quello del sindaco di Scandiano Matteo Nasciuti.

Irene era una karateka iscritta alla Sho-Gun Karate, vincitrice di tanti premi nazionali. Nello studio, dopo essersi diplomata al liceo scientifico dell’istituto Gobetti di Scandiano nel 2019, si era iscritta alla facoltà di Ingegneria di Modena e stava preparandosi a concludere il percorso della laurea triennale con la tesi, dopo un triennio di esami segnati da buoni voti.

Più informazioni su