A Reggio 65 centri estivi per 5mila bambini e ragazzi

REGGIO EMILIA – Circa 5.000 posti disponibili per attività ludiche e sportive, in 65 centri, che si affiancano al “servizio estivo” straordinario programmato negli asili nido e nelle scuole d’infanzia. Sono alcuni dei pezzi dell’imponente offerta educativa messa in campo a Reggio Emilia, a beneficio dei bambini e ragazzi da zero a 14 anni (e delle loro famiglie) che restano in città nei prossimi mesi. Le proposte sono frutto del lavoro congiunto di Comune, Istituzione Scuole e Nidi dell’infanzia e rete del privato sociale.

In dettaglio, per quanto riguarda le scuole, i nidi vanno incontro alle esigenze dei genitori che lavorano anche a luglio. Il “servizio estivo”, infatti, sarà regolarmente attivato anche quest’anno per la fascia d’età zero-sei anni con 646 posti complessivi (322 per i nidi e 324 per le scuole d’infanzia), in sensibile aumento rispetto al precedente anno scolastico quando erano stati offerti 595 posti (295 ai nidi e 300 nelle scuole). Un’operazione, questa, sostenuta dal Comune con 366.000 euro.

Una novità è invece l’introduzione del servizio di “tempo lungo” (dalle 7,30 alle 18.30) che sarà attivato in tutte le strutture con almeno sette richieste pervenute dalle famiglie. Funzionerà dal 4 al 29 luglio a fronte di una retta (da pagare entro il 12 giugno) maggiorata del 10% rispetto a quella versata in corso d’anno. Di fatto 10 euro in più per gli iscritti ai nidi e 20 euro per le scuole d’infanzia.

Per i ragazzi da sei a 14 partiranno invece il 6 giugno e si svolgeranno fino a venerdì 9 settembre le attività nei centri estivi, organizzate e gestite da 55 soggetti tra cooperative sociali associazioni. Tutte le informazioni sono reperibili come ogni anno in “Giocare in città 2022”, il giornalino dei Centri estivi, disponibile online sul portale internet del Comune di Reggio.

Una particolare attenzione è stata data anche per il 2022 all’accoglienza e alla frequenza dei bambini e ragazzi con diritti speciali, assicurando la presenza di educatori che li accompagnino. Lo stanziamento da parte dell’amministrazione comunale- in linea con gli anni scorsi- è stato di 400.000 euro per accompagnare la frequenza di 170 bambini e ragazzi. Infine tornano anche i centri estivi sostenuti da contributi della Regione, che per Reggio e provincia ammontano a 778.000 euro. La richiesta di contributo va presentata al Comune.