Quantcast

Viabilità, crescono le rastrelliere: 216 nuovi posti bici foto

Si tratta di 216 posti, in parte nuovi e in parte in sostituzione dei precedenti, che si aggiungono agli 872 installati lo scorso anno

REGGIO EMILIA – È iniziata in questi giorni, in centro storico a Reggio Emilia, l’installazione di nuove rastrelliere per il parcheggio delle biciclette, su input del Comune a favore della mobilità ‘dolce’. Si tratta di 216 posti, in parte nuovi e in parte in sostituzione dei precedenti, che si aggiungono agli 872 installati lo scorso anno, per un totale di oltre 1.000 nuovi posti bici.

Le nuove tipologie di rastrelliere, a batteria e ad archetto, sono state acquistate e installate con un investimento totale di 50.000 euro. Le operazioni di fissaggio di rastrelliere e archetti singoli durerà per tutto il mese di aprile. Come spiega l’assessora alla Mobilità, Carlotta Bonvicini, “i nuovi porta-bici sono comodi, funzionali, visibili, ordinati e collocati fra l’altro in zone di particolare afflusso di persone. Inoltre queste strutture assicurano, nei limiti del possibile, una maggiore sicurezza rispetto ai furti, poiché il telaio e le ruote del mezzo possono essere meglio ancorati e chiusi all’archetto a cui si appoggia la bicicletta. Introduciamo inoltre la dotazione, in alcuni punti come ad esempio incroci stradali, di poggiapiedi, a cui il ciclista può appunto appoggiarsi, con maggiore sicurezza personale, durante una breve sosta”.

Le aree interessate dalle installazioni sono via Emilia San Pietro e le vie dell’Abate (zona Artigianelli), via San Filippo, dell’Arcipretura (presso piazza Casotti), piazza del Tricolore e via Nobili-Palazzo dei musei, e ancora via Farini, corso Garibaldi, via Guido da Castello, le piazze Gioberti, Prampolini, San Giovanni e Ugolini (alla chiesa di Santo Stefano). Si tratta di 10 rastrelliere a batteria da 6 posti ciascuna, 3 rastrelliere a batteria da 10 posti, 68 archetti singoli e 5 poggiapiedi personalizzati in viale Regina Elena, via Nobili e piazza del Tricolore.