Quantcast

Rapine a coppie appartate nel Secchia: 31enne finisce in carcere

Dovrà scontare 3 anni e 4 mesi di carcere un rumeno terrorizzava le coppie che si appartavano nell’area del parco Secchia della frazione di Villalunga

CASALGRANDE (Reggio Emilia) – Rapine a coppie appartate nel Secchia: 31enne rumeno arrestato dai carabinieri e portato in carcere dove dovrà scontare 3 anni e 4 mesi di carcere. Un periodo di terrore quello dell’autunno del 2014 per le coppie che si appartavano nell’area del parco Secchia della frazione di Villalunga dove, avvicinate da malviventi, venivano rapinate.

L’8 novembre 2014 una coppia era stata raggiunta da un malvivente che, non riuscendo ad aprire lo sportello dell’auto, perché chiuso dall’interno, aveva utilizzato una sorte di chiave svita bulloni, aveva infranto il finestrino dell’auto e aveva minacciato la coppia all’interno dell’abitacolo facendosi consegnare il loro cellulare, una decina di euro e un orologio tenuto al polso dall’uomo.

Le vittime, in un’apposita seduta di individuazione fotografica a cui venivano sottoposte a cura dei carabinieri di Casalgrande, avevano riconosciuto il 31enne rumeno residente a Reggio Emilia. L’uomo era stato denunciato per rapina aggravata continuata anche in relazione ad altri analoghi episodi. Per la vicenda del 8.11.2014 e per un’altra rapina, sempre a Casalgrande nell’aprile del 2016, il 31enne rumeno veniva riconosciuto colpevole dal Gup del Tribunale ordinario di Reggio Emilia e condannato nel gennaio del 2019 alla pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione oltre al pagamento di una pena pecuniaria di 1.733 euro e l’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni.

La sentenza, confermata nel luglio del 2020 dalla Corte d’Appello di Bologna, è divenuta esecutiva il 30 marzo scorso. I carabinieri di via Adua hanno rintracciato il 31enne nella sua abitazione e lo hanno portato in carcere.