Quantcast

De Palma (Fiom): “Salvaguardia salari e precarietà le urgenze a Reggio”

Il segretario nazionale della categoria: "Dobbiamo promuovere una campagna per stabilizzare i rapporti di lavoro"

REGGIO EMILIA – “In questo territorio la Fiom vede intanto due questioni fondamentali: la salvaguardia del salario, dentro a una situazione complessa come quella che stiamo vivendo, e la precarietà dei giovani e di chi è uscito da ristrutturazioni industriali, ritrovandosi in altre aziende con contratti a scadenza”.

Lo assicura il neosegretario generale della Fiom-Cgil nazionale, Michele De Palma, parlando oggi alla sua prima uscita pubblica a margine di un’assemblea sindacale alla Camera del lavoro di Reggio Emilia. “Dobbiamo promuovere una campagna che parli a queste lavoratrici e lavoratori precari – aggiunge il leader nazionale delle tute blu Cgil – per stabilizzare i rapporti di lavoro, in questo momento generale di paura. Sarebbe un risultato non solo sindacale ma di tutto il sistema, per le imprese e le istituzioni politiche”.

Durante l’assemblea in via Roma si discute un ordine del giorno, approvato di recente dalla Fiom dell’Emilia-Romagna, intitolato “Contro la guerra, per il disarmo, per ridurre le disuguaglianze sociali, la risposta è la solidarietà e la partecipazione”, e fra l’altro lo stesso segretario della Cgil reggiana, Cristian Sesena, in questi giorni era intervenuto per ‘scuotere’ il sistema locale, oltre gli slogan su Reggio Emilia “città delle persone”, alla luce di una crisi che morde più che mai su costi per le famiglie e difficoltà industriali.

Oltre a De Palma e Sesena, partecipano ai lavori della Camera del lavoro oggi il segretario provinciale Fiom-Cgil Simone Vecchi e il segretario regionale Samuele Lodi.