Quantcast

Bretella di Rivalta, se tutto va bene sarà terminata nel 2025

I maldipancia si sprecano e da più parti sono giunte all'amministrazione comunale richieste per anticipare il finanziamento del secondo tratto, con un'apposita variazione di bilancio, a luglio 2022

REGGIO EMILIA – Ancora incertezze sui tempi di realizzazione della Bretella di Rivalta. Se è vero, infatti, che il primo dei due tratti che compongono la Bretella di Rivalta (quello tra la ex-Statale 63 e via del Buracchione) è stato appaltato nell’autunno 2021, i lavori sono ancora fermi al palo. Infatti gli scavi iniziali hanno portato alla luce alcuni reperti archeologici, per i quali si è reso necessario l’intervento della Sovrintendenza Archeologia e Belle Arti.

I rumors fanno sapere che, a un primo sommario esame, questi reperti non avrebbero un particolare pregio artistico e storico, dunque i lavori dovrebbero presto prendere il via. Ma il condizionale, conoscendo i tempi delle amministrazioni pubbliche, è d’obbligo e al momento i lavori sono fermi. Quando prenderanno il via, auspicabilmente entro la primavera 2022, il primo tratto della Bretella richiederà tempi di realizzazione di circa 10-12 mesi.

Ritardi più pesanti però colpiscono il secondo tratto della Bretella di Rivalta, quella che da via del Buracchione dovrà portare il traffico direttamente sulla tangenziale Sud-Est, per saltare il “tappo” che ogni giorno crea incorghi e incollonnamenti alla congiunzione tra via del Buracchione e via Tassoni all’altezza di Canali.

Infatti il finanziamento di questo secondo tratto è stato dilazionato dal Comune al 2023. Dal momento che, prima di dare il via ai lavori del secondo tratto, dovranno essere effettuati tutti gli espropri dei terreni sul cui passerà il tracciato (il finanziamento serve anche a liquidare i proprietari di queste aree), saranno necessari almeno altri 12 mesi, una volta che il finanziamento sarà stato approvato ed erogato, prima di dare il via ai lavori del secondo tratto. E si arriva al 2024.

Ecco perchè a Rivalta i maldipancia si sprecano, e da più parti sono giunte all’Amministrazione Comunale richieste per anticipare il finanziamento del secondo tratto, con un’apposita variazione di bilancio, a luglio 2022. Cosa non semplice, perchè i problemi finanziari, dall’aumento dei costi energetici e delle materie prime alle conseguenze della guerra in Ucraìna, sono complessi anche per le casse del Comune di Reggio Emilia.

In mancanza di tale variazione, è praticamente certo che, per i tempi tecnici necessari, i lavori per la realizzazione del secondo tratto della Bretella di Rivalta non avranno il via prima che si saranno insediati il nuovo sindaco e la nuova giunta, a metà 2024. Insomma, stando così le cose la Bretella di Rivalta non sarà completata prima della metà del 2025.

Il costo complessivo dei due tratti della Bretella di Rivalta è di circa 6 milioni di euro, ed è interamente a carico del Comune di Reggio, che, come è noto, ha deciso di finanziare anche il secondo tratto di competenza della Provincia di Reggio Emilia.