Uisp dona sport a bambini e ragazzi in fuga dalla guerra

A Reggio Emilia e provincia le associazioni sportive pronte ad accogliere nei propri corsi e attività i giovani profughi ucraini

REGGIO EMILIA – Anche lo sport si mobilita per dare accoglienza alle famiglie ai bambini e ragazzi ucraini in fuga dalla guerra. Soddisfatti i bisogni primari arrivano quelli sociali. La Uisp di Reggio Emilia – grazie al sostegno e alla disponibilità di diverse associazioni sportive – mette a disposizione dei bambini e ragazzi ucraini opportunità di carattere sportivo e ricreativo a titolo gratuito. 

Le associazioni sportive di Reggio e provincia che ad oggi hanno aderito all’iniziativa sono: Asd Atletic di S.Ilario, Accademia Danza Fitness, Polisportiva Tricolore, Reggiana Pattinaggio, SDK Reggio Emilia, Virtus Casalgrande, Polisportiva L’Arena di Montecchio, Shodan, US Reggio Emilia (basket), Passione Danza di Castelnovo Sotto, Astra Skate Val d’Enza, Equipe Sportiva.

Ognuna di loro offre a bambini e ragazzi ucraini la possibilità di partecipare gratuitamente a corsi e attività sportive di vario genere. Basterà mettersi in contatto con Uisp chiamando lo 0522 267220, che fornirà indicazioni e coordinerà le richieste in collaborazione con le proprie associazioni sul territorio.

Lo sport per la Pace
Sin dalle prime ore del conflitto Uisp si è mobilitata a livello nazionale per la pace in Ucraina con la campagna #SportAgaintWar, promossa insieme ad Amnesty International, Usigrai, Assist, Sport4Society.

“Ci opponiamo alla logica della guerra e dei conflitti di ogni natura con l’unica arma che abbiamo: lo sport e la sua capacità di parlare un linguaggio di accoglienza, di solidarietà, di inclusione. Grazie alle nostre società sportive – dice Azio Minardi, Presidente Uisp Reggio Emilia – proviamo ad alleviare il dolore e lo smarrimento dei bambini e delle famiglie che fuggono dalla guerra regalando loro la normalità del gioco e del divertimento”.

Su Facebook è possibile unirsi al gruppo #SportAgainstWar in cui condividere post e foto con l’hashtag a sostegno della campagna.