Rave party abusivo a Gavassa: 149 giovani denunciati

Per invasione di terreni ed edifici: cinque di loro, gli organizzatori dell'evento, sono stati accusati anche di apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo

REGGIO EMILIA – Ben 149 giovani sono stati denunciati per invasione di terreni ed edifici e cinque di loro, gli organizzatori dell’evento, sono stati accusati anche di apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento in seguito al rave party della notte del 24 ottobre scorso nelle campagne di Gavassa.

Nell’occasione sul posto erano state inviate diverse pattuglie già in servizio per il controllo del territorio e poi quelle dei carabinieri e della polizia locale, poi raggiunte da funzionari della questura e da altre pattuglie della Digos che avevano circoscritto l’area interessata dall’evento e vigilato sulle vie di accesso al parcheggio.

L’intervento delle forze di polizia aveva evitato che altri giovani potessero raggiungere il raduno e aveva permesso di identificare le persone che a piedi o a bordo di auto stavano allontanandosi dall’area. Sul posto le forze dell’ordine avevano trovato circa 200 giovani che ballavano vicino a un potente impianto acustico.

Solamente verso le otto di mattina  la musica era stata interrotta ed il raduno, che sarebbe dovuto continuare fino a tarda sera, era terminato con il progressivo allontanamento dei giovani presenti.