Pensionati del lavoro autonomo: incontro su anziani, futuro e tecnologia

Giovedì 24 marzo, alle 16, ai Chiostri di San Pietro

REGGIO EMILIA – Giovedì 24 marzo, alle 16, ai Chiostri di San Pietro, il Cupla – Coordinamento unitario dei pensionati del lavoro autonomo di Reggio Emilia, in collaborazione con Confcommercio-Imprese per l’Italia Reggio Emilia e 50&Più Enasco, ha organizzato un incontro sul tema Il Futuro degli anziani. Riflessioni e prospettive. Il presidente nazionale di Confcommercio-Imprese per l’Italia e presidente nazionale 50&Più Enasco, Carlo Sangalli, è intervenuto con un video messaggio per presentare il libro, Ipotesi per il futuro degli anziani. Tecnologie per l’autonomia, la salute e le connessioni sociali, di cui è co-autore assieme a Marco Trabucchi.

Presenti i coordinatori nazionale e regionale Cupla Gian Lauro Rossi e Franco Bonini e i presidenti di Confcommercio-Imprese per l’Italia Reggio Emilia Davide Massarini e 50&Più Enasco Reggio Emilia Ermanna Vignali, nel corso dell’incontro condotto da Stefania Bondavalli, giornalista e Consigliere Regione Emilia Romagna, si è svolta una tavola rotonda alla quale sono intervenuti la giornalista e scrittrice Lidia Ravera (che ha partecipato in diretta streaming), il professor Marco Trabucchi, Enrico Ghidoni del Centro Neuroscienze Anemos, l’Assessore Lanfranco De Franco del Comune di Reggio Emilia e il Coordinatore provinciale Cupla Giuliano Parmiggiani.

“Sono lieto di aver organizzato insieme alla presidente provinciale 50&Più Enasco, Ermanna Vignali, e al coordinatore provinciale Cupla, Giuliano Parmiggiani, questa tavola rotonda – dice il presidente provinciale Cupla, Luigi Davoli – perché, grazie anche alla conduzione di Stefania Bondavalli, ci ha permesso di fare delle riflessioni e definire delle prospettive partendo dai contenuti del libro sul futuro e gli anziani scritto da Carlo Sangalli e Marco Trabucchi”.

«”Confcommercio Reggio Emilia – dice il suo presidente, Davide Massarini – ha sostenuto con piacere questa iniziativa, un appuntamento importante, direi la prosecuzione naturale di tante riflessioni e strumenti messi in campo per accompagnare le imprese e gli imprenditori nella rivoluzione digitale: giovani e meno giovani sono accomunati oggi nel “sogno di pecore elettriche”. Il libro da cui è nato questo dibattito è anch’esso uno strumento verso una maggiore consapevolezza, una guida per cogliere le opportunità tecnologiche del prossimo futuro”.