Cantiere Mire, cambia la viabilità dentro l’ospedale foto

Su viale Risorgimento, alla corsia di solo ingresso in direzione del servizio di emergenza-urgenza, se ne affiancherà una in uscita, utilizzabile da ambulanze e privati cittadini

REGGIO EMILIA – A partire da martedì 8 marzo alcuni percorsi interni all’area dell’Arcispedale Santa Maria Nuova subiranno parziali modifiche. La novità è richiesta in primis dall’esigenza di rendere esclusiva la viabilità di accesso al Pronto Soccorso, quindi più rispondente alle esigenze di gestione e sicurezza del traffico di veicoli. Inoltre il nuovo assetto si è reso necessario per isolare nell’area ospedaliera lo spazio utile alla costruzione del Mire, interrompendo la strada che finora collegava con un tracciato a senso unico le due intersezioni su viale Risorgimento.

In particolare, su viale Risorgimento, alla corsia di solo ingresso in direzione del servizio di emergenza-urgenza, se ne affiancherà una in uscita, utilizzabile da ambulanze e privati cittadini.

Si realizza inoltre l’inversione del senso di marcia per l’accesso alla cosiddetta camera calda, da quasi 2 anni sede del servizio di esecuzione tamponi per screening Covid-19 in modalità drive in. L’accesso a quest’ultima avverrà dal lato sud di viale Risorgimento, per il ramo che sinora permetteva solo uscita: le eventuali code per esecuzione tamponi, non interferiscono più con l’ingresso di emergenza.

Arrivando quindi da piazza Quarnaro o dai parcheggi antistanti l’ingresso principale S.Maria, si entrerà dall’accesso sud per recarsi al servizio di esecuzione tamponi, e anche agli edifici che ospitano Diagnostica Senologica, Diabetologia, Centro Famiglia Straniera, Malattie Infettive. I due rami di accesso da viale Risorgimento diventano entrambi a doppio senso di marcia.

Gli utenti diretti al Core, e nel futuro al Mire, entrano dall’ingresso aperto con la rotonda di via Benedetto Croce. Le variazioni programmate alla viabilità interna dell’area del S. Maria Nuova costituiscono il primo stralcio di una sua revisione complessiva, che, a padiglione Maternità ed Infanzia (Mire) ultimato, vedrà anche lo spostamento dei percorsi di accesso al Pronto Soccorso da Viale Risorgimento a via Benedetto Croce.