Meno palazzi energivori, asse fra Comune e Acer

Avviato un dialogo per promuovere interventi di riqualificazione

REGGIO EMILIA – Acer Reggio Emilia si allea con gli amministratori di condominio per promuovere interventi di riqualificazione e contrastare il caro energia. Lo fa in particolare nei 300 fabbricati di proprietà mista pubblico- privata gestiti, sui 500 totali. “Acer ha tutto l’interesse a che si moltiplichino gli interventi di ammodernamento e di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente anche nei condomini in cui sono presenti alloggi di edilizia residenziale pubblica”, spiega il presidente di Acer Marco Corradi.

“Ridurre fortemente il fabbisogno energetico, rendere efficiente energeticamente il patrimonio edilizio e puntare ad autoprodurre e autoconsumare energia da fonti rinnovabili, significa ridurre i costi delle bollette per i cittadini e in particolare per i nostri inquilini”, aggiunge. Per questo “abbiamo ribadito il sostegno di Acer a tutti gli amministratori che vogliono avviare progetti di riqualificazione. Con molti di loro stiamo già lavorando all’analisi degli interventi architettonici, tecnici, tecnologici ed estetici in corso di realizzazione, con altri abbiamo avviato un dialogo costruttivo per progettare gli interventi che si andranno a realizzare”.

Corradi conclude quindi ricordando che, a tutti gli assegnatari delle case Erp viene fornito il “manuale dell’inqulino” con consigli sul comfort abitativo e su come ottimizzare i consumi energetici.