Il Comune rilancia lo sport contro il disagio giovanile

Al via la nuova edizione "Cantieri" nei quartieri della città

REGGIO EMILIA – Lo sport e l’aggregazione sociale come antidoto al disagio giovanile acuito dalla pandemia. Questa l’idea alla base dei “Cantieri sportivi” varati dal Comune di Reggio Emilia, che tra luglio e dicembre del 2021 hanno coinvolto oltre 100 giovani tra i 14 e i 20 anni in attività gratuite proposte nei parchi, nelle piste polivalenti e in altri luoghi pubblici di cinque quartieri della città, tra cui quello “caldo” della stazione. Ora l’iniziativa sarà replicata tra aprile e luglio aggiungendo anche due nuovi ambiti frequentati dai ragazzi e teatro di episodi di violenza: il centro storico e il quartiere Canalina.

E’ stato infatti pubblicato oggi il bando a cui – entro il 28 marzo – potranno rispondere associazioni sportive e cooperative educative per sviluppare i nuovi progetti. I “cantieri”, che si collocano tra le azioni del progetto “Chance” a supporto dei giovani, prevedono un investimento di 42.000 euro. “Con la prima edizione – spiega l’assessore Raffaella Curioni – è stata messa in campo una collaborazione virtuosa tra sport ed educazione che ha permesso di costruire nuove possibilità per ragazzi e adolescenti portando a buoni risultati”.

E che, “pur non rappresentando una risposta esaustiva alla condizione di fragilità in cui versano i nostri giovani testimonia il valore di uno sforzo congiunto quotidiano e costante tra comunità educativa e sport”. Per Mauro Ruozzi, presidente della Fondazione per lo sport del Comune di Reggio “il vero valore aggiunto dei cantieri sportivi è che ampliano la platea dell’offerta, raggiungendo un target che non praticava sport e che non ne aveva avuto l’opportunità”.