Alleggerisce il conto di un reggiano con lo smishing: denunciato

Denunciato per truffa un 28enne napoletano che avrebbe raggirato un 41enne di Vezzano

VEZZANO (Reggio Emilia) – Alleggerisce il conto di un reggiano con lo smishing: 28enne napoletano denunciato per truffa. Dopo il phishing – la truffa informatica effettuata inviando un’e-mail con il logo contraffatto di un istituto di credito o di una società di commercio elettronico, in cui si invita il destinatario a fornire dati riservati (numero di carta di credito, password di accesso al servizio di home banking, ecc.) motivando tale richiesta con ragioni di ordine tecnico – ora è il momento dello smishing, che sfrutta gli sms di testo con un link che ha la stessa funzionalità della mail.

La vittima, un 41enne di Vezzano, ha ricevuto un messaggio sms, apparentemente inviato da Poste info, contenente avvisi di movimentazioni sospette o problemi di accesso al servizio online banking ed è stato invitato a cliccare su un link che l’ha rinviato, in realtà, ad un sito clone dell’istituto bancario dove era realmente correntista, tramite il quale è stato indotto a inserire le proprie credenziali (username, password, numero di telefono cellulare, nonché codice fiscale e indirizzo di posta elettronica).

Successivamente è stato contattato telefonicamente sul proprio cellulare da un uomo che ha detto, falsamente, di essere un operatore di poste Italiane che, carpiti i dati sensibili della vittima, ha effettuato un bonifico che ha comportato l’addebito di 1.700 euro dal postepay del 41enne. La vittima, accortasi di quanto avvenuto ed avuta certezza direttamente dal controllo del conto di essere stato vittima di una truffa, si è rivolta ai carabinieri della stazione di Vezzano e ha sporto denuncia.

I carabinieri hanno indagato e sono risaliti al 28enne napoletano che è stato denunciato per truffa.