Quantcast

Viabilità, a Reggio prorogato fino a giugno il “Bike to Work”

Ad oggi 576 iscritti hanno guadagnato pedalando e rispettando l'ambiente

REGGIO EMILIA – Visti i buoni risultati della prima fase sperimentale, il Comune di Reggio Emilia continua nel progetto “Bike to Work”, che prevede incentivi economici (fino a un massimo di 50 euro al mese) per chi usa la bicicletta nei percorsi casa – lavoro. Sul sito dell’ente è stato pubblicato oggi l’avviso di proroga – fino al prossimo 30 giugno – a cui potranno aderire aziende private, enti pubblici e organismi partecipati, con sede operativa nel territorio comunale.

“Siamo molto soddisfatti dell’esito della prima fase di Bike to Work che ha visto l’adesione di 40 fra enti e aziende, 576 dipendenti ‘premiati’ e circa 75.500 chilometri percorsi in bicicletta in 20.742 spostamenti complessivi”, dice l’assessore comunale alle Politiche per la sostenibilità, Carlotta Bonvicini. “Perciò, con la Regione, desideriamo rafforzare e diffondere ulteriormente il progetto con l’attivazione di questa proroga e l’accesso a risorse destinate a incentivare le persone già virtuose ed a conquistarne di nuove”.

L’iniziativa, ricorda infine Bonvicini, “contribuisce a realizzare gli obiettivi del nostro Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums) e le politiche del Piano aria integrato regionale (Pair 2020), a dimostrazione che salute e ambiente si migliorano anche con scelte e comportamenti personali”. Gli utenti che hanno guadagnato pedalando, infatti, hanno così evitato di immettere in atmosfera circa 12.000 chili di CO2.