Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Quirinale, Meloni attacca: “Centrodestra da rifondare, da Salvini mi aspettavo di più”

La leader di Fdi: "Noi abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare, altri non ci hanno creduto"

Più informazioni su

ROMA – “Bisogna ricominciare daccapo. Bisogna rifondare il centrodestra daccapo. Il centrodestra parlamentare non esiste. Il centrodestra e’ maggioranza nel Paese e noi lo vogliamo rappresentare”. Giorgia Meloni si sfoga così davanti ai giornalisti, uscendo dalla Camera al termine della riunione coi grandi elettori di Fdi in vista dell’ottavo scrutinio. La giornata di ieri, con il fallimento della candidatura di Elisabetta Casellati, ha lasciato una ferita nel centrodestra. Settantuno i franchi tiratori che hanno affossato la presidente del Senato e lanciato serie ombre sul futuro della coalizione.

“Se mi aspettavo qualcosa di diverso da Salvini? Mi aspettavo atteggiamenti diversi da molte persone, più coraggio e convinzione. Noi abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare, altri non ci hanno creduto”, aggiunge la leader di Fratelli d’Italia rinnovando le accuse già lanciate ieri agli alleati.

“Tutto come prima o qualcosa è cambiato? Direi che tutto va come prima e niente deve cambiare. A voi non sfugge che siamo pieni di anomalie? Poi i risultati di questa politica li paga la gente”, dice Meloni rivolgendosi ai giornalisti. “Tenteranno di cambiare la legge elettorale in senso proporzionale, ma noi non siamo d’accordo, ci portera’ nel pantano”, aggiunge Meloni che annuncia: “Continueremo a votare Carlo Nordio”.

“Dopo questo spettacolo indegno rilanciamo la raccolta, presto disponibile, di firme online la proposta di legge d’iniziativa popolare per l’elezione diretta del Capo dello Stato, che giace in Parlamento”, conclude Meloni (fonte Dire).

Più informazioni su