Quantcast

Quirinale, i sindaci dell’Emilia-Romagna: “Ci rappresenta Bonaccini”

Declinato l'invito ad indicare un primo cittadino come grande elettore: gli altri due dovrebbero essere Emma Petitti e Matteo Rancan

REGGIO EMILIA – Nessuna obiezione, da parte dei sindaci dell’Emilia-Romagna sulla scelta dei tre delegati regionali (che saranno eletti martedì prossimo dall’Assemblea legislativa) che parteciperanno a Roma alle votazioni per l’elezione del prossimo presidente della Repubblica. Il presidente Stefano Bonaccini, che sarà uno dei tre, aveva chiesto ai primi cittadini se volessero indicare nella terna un loro rappresentante ma l’invito, “certamente apprezzabile”, viene oggi declinato.

Lo fa sapere Luca Vecchi, presidente regionale dell’Anci e sindaco di Reggio Emilia. “Confortato in questo anche dalle diverse valutazioni raccolte tra i colleghi – dice – ritengo che proprio il presidente Bonaccini possa ben rappresentare il pluralismo dei governi locali del nostro sistema regionale. Non intendo quindi avanzare proposte, posto che l’elezione dei grandi elettori spetta Assemblea legislativa nella sua autonomia”.

Oltre a Bonaccini i grandi elettori dovrebbero essere il presidente del Consiglio regionale (Emma Petitti) e il capogruppo del partito dell’opposizione più rappresentato in Assemblea (Matteo Rancan della Lega).