Polizia stradale, il bilancio: crescono del 30% gli incidenti

Sono stati 289 nel 2021 rispetto ai 223 del 2020: i morti sono stati 5 contro 2 dell'anno scorso

REGGIO EMILIA – La polizia stradale di Reggio Emilia e delle due unità distaccate di Guastalla e Castelnovo Monti ha effettuato nel 2021, per quel che riguarda l’emergenza Covid, ben 29.025 controlli di persone e ne ha sanzionate 241. L’anno scorso si è registrata anche una recrudescenza del fenomeno infortunistico rispetto allo stesso periodo del 2020, dove peraltro gli spostamenti erano fortemente limitati dalle misure anti covid, con un aumento di circa il 30% degli incidenti (289 incidenti contro i 223 del 2020).

Attività infortunistica
In particolare il numero di sinistri con lesioni è passato dai 99 dell’anno 2020 ai 137 dell’anno 2021 (+ 38%) con un aumento delle persone ferite da 149 a 205. Di maggior rilievo il numero di sinistri mortali rilevati nell’anno ovvero 5 (con 5 persone decedute) rispetto ai 2 (con 2 persone decedute) dell’anno 2020 mentre più contenuto è l’incremento dei sinistri con soli danni cresciuti nell’ordine del 20% circa (147 contro i 122 dell’anno precedente).

Attitività di controllo
La polizia stradale nel 2021 ha effettuato 2.654 pattuglie di vigilanza stradale che hanno effettuato 8.441 conravvenzioni. Di queste 153 sono state per superamento dei limiti di velocità, 213 le patenti ritirate, 180 le carte di circolazioni ritirate, 241 i veicoli sequestrati per mancata copertura assicurativa, 1.125 contestazioni per mancato uso cinture di sicurezza, 696 le contestazioni per utilizzo cellulari durante la guida, 126 le sanzioni per guida in stato di ebbrezza alcolica e 15.141 punti patente ritirati.

I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 2.191, di cui 126 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica, mentre quelli denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono stati 6.

Polizia giudiziaria
Durante l’anno sono stati effettuati servizi specifici sia negli esercizi commerciali correlati al mondo dell’auto in generale (concessionarie, demolitori, officine meccaniche, centri di revisione, ecc.) che nei luoghi, come le aree di servizio in ambito autostradale, soventi oggetto di atti delinquenziali. Sono state arrestate 3 persone, 124 sono state le persone denunciate e 21 i sequestri.