Quantcast

Pnrr, il M5S chiede lumi sul sottopasso di Santa Croce

Il consigliere Bertucci: "Progetto positivo, ma sono già stati fatti degli interventi recenti"

REGGIO EMILIA – Se la Lega lamenta il mancato coinvolgimento nelle scelte, il M5s vuole vederci chiaro negli interventi previsti a Reggio Emilia con i fondi del Pnrr. Sul progetto “pur positivo” del nuovo sottopasso di Porta Santa Croce, ad esempio, il capogruppo pentastellato Gianni Bertucci preaannuncia un’interrogazione per conoscere i dettagli “dal momento che sono stati svolti lavori di pavimentazione e cura dell’area verde in zona anche recentemente”.

Inoltre “venti anni fa è stato installato un monumento moderno di fronte all’Arco durante la Giunta Spaggiari e poi un altro ancora più recentemente dalla giunta Delrio nelle vicinanze (Il Pesce fuor d’acqua di Giovanni Menada). Sono stati spesi soldi pubblici per tutto questo e non secoli fa”, dice ancora Bertucci. Un’altra priorità segnalata è poi quella del manto stradale di viale Piave e viale Isonzo “che come altri tratti della circonvallazione è un ‘colabrodo'”, segnala infine il consigliere.