Quantcast

Il maresciallo Lufrano lascia il comando della stazione di Novellara

Vincitore del concorso per ufficiali, lascia la stazione di Novellara per assumere un incarico al Reparto tutela agro alimentare di Parma

NOVELLARA (Reggio Emilia) – I carabinieri del comando provinciale di Reggio Emilia salutano il neo sottotenente Pasqualino Lufrano, già comandante della stazione di Novellara. Giunto nel 1991 in provincia di Reggio Emilia, nell’area della cosiddetta bassa reggiana, dopo oltre 30 anni di servizio il sottotenente dell’Arma dei Carabinieri Pasqualino Lufrano lascia il comando della stazione di Novellara per assumere il nuovo incarico, assegnatogli dal comando generale dell’Arma dei carabinieri, quale ufficiale addetto al Reparto Tutela Agro Alimentare.

Lufrano infatti vincitore del concorso per Ufficiali del ruolo speciale a esaurimento, al termine del corso di formazione ha conseguito il rado di sottotenente transitando nella categoria Ufficiali dei carabinieri e venendo quindi trasferito al nuovo incarico.

Cinquantenne, sposato e con due figli, il sottotenente Pasqualino Lufrano si è arruolato nell’Arma dei carabinieri nel 1989 venendo assegnato dopo il biennio di formazione alla scuola marescialli dei carabinieri alla stazione di Novellara dove è stato per sei anni quale vicecomandante prima di essere trasferito, nel 1997 alla stazione carabinieri di Campagnola come comandante. Dopo oltre 10 anni di comando a Campagnola Emilia nel 2017 è stato trasferito come comandante alla stazione carabinieri di Novellara.

Ora in seguito alla promozione l’ufficiale è stato assegnato al nuovo incarico a Parma come addetto al reparto Tutela Agro Alimentare. L’ufficiale prima del definitivo commiato è stato ricevuto dal comandante della compagnia di Guastalla, tenente colonnello Luigi Regni, che ha salutato il collega apprezzato per le sue qualità umane e professionali sia in ambito lavorativo che dalla popolazione.