Quantcast

Bretella di Rivalta, finalmente si parte: appaltati i lavori

Inizieranno nelle prossime settimane (con un ritardo di tre anni rispetto a quanto preventivato) e, compatibilmente con le condizioni meteo, avranno una durata prevista di 220 giorni

REGGIO EMILIA – Sono stati aggiudicati in via definitiva al raggruppamento temporaneo di imprese (Rti) Pignatti Dario srl e Zaniboni srl, entrambe ditte con sede nel Modenese, i lavori di costruzione della nuova viabilità tra via della Repubblica e via Bedeschi, la cosiddetta Bretella di Rivalta. I lavori, che inizieranno nelle prossime settimane (con un ritardo di tre anni rispetto a quanto preventivato), compatibilmente con le condizioni meteo, avranno una durata prevista di 220 giorni.

BONIFICHE
Nelle scorse settimane, come previsto, sono stati eseguiti lavori preliminari al cantiere, finalizzati alla preparazione dell’area sulla quale prenderà corpo la Bretella. Queste operazioni sono consistite nella pulizia e preparazione dei terreni, con operazioni previste dalla procedura standard per questa tipologia di infrastruttura stradale: la bonifica precauzionale preventiva da ordigni esplosivi, ovvero residuati bellici, su un’area di 13.000 metri quadrati, e indagini archeologiche, mediante l’esecuzione di cinque saggi esplorativi, secondo le indicazioni concordate con la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio.

COSA SI COSTRUISCE
Il nuovo tracciato consentirà di convogliare sull’anello Tangenziale a sud-est della città parte del traffico proveniente dalla montagna, togliendo conseguentemente dall’abitato di Villa Rivalta un consistente volume di traffico di attraversamento. Il nuovo tronco stradale collega via della Repubblica all’altezza di via Conforti (strada di accesso alla zona Peep a sud di Rivalta) con via Bedeschi all’altezza dell’inizio del centro abitato di Rivalta.

Complessivamente il tatto stradale è lungo circa 600 metri e si divide in un primo tratto caratterizzato da una curva e una controcurva, mascherate da un vivaio in disuso, ed un rettilineo. I raccordi con le viabilità esistente sono risolti con due intersezioni a rotatoria, che fungono anche da ‘porte urbane’ della frazione, soprattutto quella su via della Repubblica che raccoglie anche il traffico in transito su via Conforti.

La nuova viabilità è una strada di Categoria E – urbana di quartiere – con corsie di 3,50 metri (una per senso di marcia), banchine di 0,50 metri, una pista ciclabile della larghezza di 2,50 metri sul lato nord-ovest, un marciapiede della larghezza di 1,50 metri sul lato sud-est per un totale di piattaforma stradale di 12 metri.

Altri interventi di progetto inclusi nell’appalto riguardano le sistemazioni degli incroci esistenti fra via della Repubblica e le vie Arfini e Bedeschi con mini-rotatorie ricavate quasi totalmente all’interno dello spazio pavimentato esistente. Il quadro economico dell’intervento prevede un investimento di 3.285.000 euro, di cui 1.577.000 a base dell’appalto dei lavori.

IL NUOVO VERDE 
Il progetto esecutivo prevede opere di compensazione ambientale. In particolare verranno messe a dimora 1.044 arbusti aventi altezza iniziale di circa un metro e 65 alberature a foglia caduta o persistente (Acer Campestre, Quercus robur Fastigata, Celtis australis, Prunus avium, Fraxinus angustifolia, Taxodium disticum).