Mercatini di Natale emiliani: tutti pazzi per addobbi e delizie enogastronomiche

REGGIO EMILIA – Il Natale è uno dei periodi più attesi dell’anno, la sua magia riesce ad affascinare proprio tutti, grandi e piccini. Nel mese di Dicembre, lo spirito natalizio inizia a diffondersi nell’aria, e le città si riempiono di addobbi e decorazioni. Molte sono le regioni italiane che, durante le feste, aderiscono all’organizzazione di mercatini natalizi, capaci di conquistare sia abitanti che turisti; una di queste è sicuramente l’Emilia Romagna, che ogni anno, si conquista una delle prime posizioni nella classifica dei mercatini più belli d’Italia. Ecco perché oggi approfondiremo alcune informazioni e alcune curiosità sui mercatini di Natale 2021 in Emilia Romagna e sui prodotti tipici da poter assaggiare passeggiando tra gli stand.

La tradizione dei mercatini di Natale emiliani
I mercatini di Natale non sono stati “inventati” in Italia, né tantomeno in Emilia Romagna, ma in questa regione è possibile trovare alcuni degli esempi più belli in ambito europeo. Per comprendere la bellezza dei mercatini emiliani, si può far riferimento a diversi esempi, 4 in particolare. Si comincia dal mercatino del magico Natale al castello di Gropparello, a Piacenza, e si prosegue con il Natale di Grazzano, sempre nella stessa città. Impossibile non considerare, poi, anche il mercatino natalizio di Bologna in Piazza Minghetti, che rappresenta uno dei più caratteristici dell’intera regione, capace di illuminare a festa la zona. Si chiude con un altro esempio valido come il mercatino di Sant’Agata Feltria in provincia di Rimini, che si fa notare soprattutto per le sue attrazioni rivolte ai bimbi, come nel caso degli stand che producono zucchero filato. In altre parole, l’Emilia Romagna sotto Natale diventa una regione tutta da scoprire, e non mancano le opportunità per godersi la magia delle feste in compagnia di tutta la famiglia.

I prodotti tipici emiliani da provare a Natale
Con l’arrivo del Natale, anche l’enogastronomia emiliana si prepara ad entrare nelle case degli italiani, così ricca di opzioni da gustare. Esistono, infatti, una serie di prodotti tipici davvero speciali, pronti per essere serviti in tavola durante il cenone o per il pranzo di Natale; è il caso dei cappelletti in brodo, ad esempio, uno dei primi piatti più quotati durante le giornate di festa, insieme alle lasagne al forno e ai nidi di rondine. Ricette che, per essere apprezzate a pieno, possono essere accompagnate da un vino di qualità, capace di esaltare il loro gusto. A questo proposito, per tutti gli invitati che volessero fare bella figura con amici e parenti e portare in tavola una buona bottiglia di vino, è possibile fare riferimento, ad esempio, ad alcune opzioni di orange wine come quelle disponibili su Tannico, ideali per celebrare il Natale.

A seguire, poi, per continuare a rispettare le tradizioni romagnole, non ci si può redimere da assaggiare i passatelli, un’altra delizia tipica del territorio emiliano, da realizzare eventualmente anche a mano, in versione home made, servendosi dell’aiuto del ferro. A fine pasto, invece, per i più golosi, oltre ai classici pandori e panettoni, è tempo di dolci tipici come la spongata, il bostrengo, la torta di riso, il pan speziale di Bologna e gli africanetti.