Litiga con il barista e poi resiste ai controlli dei carabinieri: arrestato

Un 32enne è finito in manette con le accuse di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale dopo aver dato in esandescenza in un bar di Reggio Emilia

REGGIO EMILIA – Prima litiga con il barista e poi resiste ai controlli dei carabinieri: 32enne reggiano residente nell’Appennino arrestato ieri sera, in un bar del centro di Reggio Emilia, per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’uomo, che era ubriaco, è andato in escandescenza litigando con il titolare del bar, perché non intendeva pagare il conto delle consumazioni. Poi, verso le 18,30, quando sul posto è arrivata una pattuglia della stazione di Rubiera, alla vista dei militari, il 32enne ha minacciato di compiere atti autolesionistici e ha opposto resistenza, tanto che un carabinieri è rimasto contuso (per lui una prognosi di 5 giorni).

L’uomo è stato arrestato. Questa mattina è comparso, per la convalida dell’arresto, davanti al tribunale di Reggio Emilia.