Quantcast

Correggio, spaccio e reddito di cittadinanza: 50enne finisce in carcere

Secondo i militari l'uomo avrebbe guadagnato circa 100mila euro in due anni dalla cessione di droga

CORREGGIO (Reggio Emilia) – E’ finito in carcere un 50enne che era stato arrestato dai carabinieri per spaccio ai primi di ottobre a Correggio. Fino a ieri l’uomo era sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Secondo i militari, nei due anni precedenti, l’uomo avrebbe guadagnato circa 100mila euro dalla sua attività di spaccio. Non contento aveva anche richiesto e ottenuto il reddito di cittadinanza. Tra gli acquirenti anche giovani e giovanissimi. La procura reggiana ha chiesto e ottenuto dal Gip un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita ieri dai militari.

Il 50enne era stato arrestato il 6 ottobre scorso dai carabinieri per detenzione ai fini di spaccio. Due settimane prima era stato denunciato il figlio per lo stesso reato. I carabinieri correggesi, allertati dal sospetto viavai registrato nel domicilio del 50enne, erano andati a casa dell’uomo per una perquisizione domiciliare, dato che avevano fondati motivi di ritenere che nell’appartamento l’uomo nascondesse degli stupefacenti. Infatti avevano trovato, nei vari capi di vestiario da uomo, 131 grammi di hascisc e 5.9 grammi di eroina. Oltre allo stupefacente era stato rinvenuto materiale utilizzato per la preparazione ed il confezionamento delle dosi, tra cui 4 bilancini, due coltelli con residui di hascisc nonché ritagli di buste di plastica, impiegate per il confezionamento delle singole dosi.

Quando è stata trovata la droga l’uomo aveva iniziato ad avere un atteggiamento aggressivo nei confronti dei militari che aveva minacciato di morte.