Quantcast

Sesso, cittadini sul piede di guerra contro l’elettrodotto foto

I residenti stanno raccogliendo firme per interrarlo completamente e sostengono: "Nessuna associazione agricola è stata coinvolta nella valutazione del progetto che impatta notevolmente sulle loro attività"

REGGIO EMILIA – Cittadini sul piede di guerra, a Sesso, contro l’elettrodotto che dovrebbe passare da via Salimbene da Parma fino all’incrocio con via Ugo Bassi per poi essere interrato nel centro di Sesso. Scrivono: “In quel passaggio la linea elettrificata correrà su tralicci di 40 metri che deturperanno il paesaggio e danneggeranno aziende agricole”.

I residenti, che chiedono l’interramento dell’elettrodotto di Terna Spa anche in quel tratto, hanno già raccolto circa 200 firme, mentre ieri sera si è tenuta una partecipata assemblea, a Sesso, a cui hanno partecipato un centinaio di persone. L’amministrazione comunale ha già deliberato a favore del progetto. I residenti lamentano il fatto che “nessuna associazione agricola è stata coinvolta nella valutazione del progetto che impatta notevolmente sulle loro attività” e in particolare “vigneti che producono lambrusco”.

Si lamentano inoltre che l’elettrodotto “comporterebbe un notevole impatto sul territorio creando una frattura ambientale e paesaggistica insanabile” e che “andrebbe ad insistere su un territorio ricco di numerosi complessi ed edifici di valore storico architettonico”. Sostengono infine che “la presenza di un elettrodotto aereo causerebbe sicuramente un deprezzamento economico delle aree coinvolte, sia direttamente con la presenza fisica delle infrastrutture con una servitù inamovibile che indirettamente per l’impossibilità di praticare pratiche agronomiche come l’irrigazione con impianti a pioggia”.

Si può firmare al bar di Sesso o all’agriturismo Il Bove.